Marina Porchia
Contact Info
Marina Porchia
Porchia
Marina
I° Researcher
...
+39 049 829 5943
16303

Formazione

Laureata nel 1983 in Chimica Industriale all’Università di Venezia col massimo dei voti e la lode.

Attività lavorativa e campi di ricerca

Nel 1984 è stata assunta come ricercatrice al CNR nel campo della chimica organometallica di attinidi (U, Th). In questo ambito nel 1988 ha lavorato presso il Dipartimento di Chimica della Northwestern University, sotto la direzione del Prof. T. J. Marks. Attualmente ricopre il ruolo di primo ricercatore presso l'Istituto di Chimica della Materia Condensata e di Tecnologie per l'Energia del CNR di Padova. Filo conduttore della sua attività di ricerca è la sintesi e la caratterizzazione di composti organometallici e di coordinazione di vari metalli in particolare complessi di Ga, In, Ti, Zr come precursori per la sintesi di film sottili di materiali avanzati e complessi di Re e Tc come potenziali agenti diagnostici e/o terapeutici. Attualmente la sua ricerca è indirizzata principalmente alla sintesi e caratterizzazione di complessi di rame e argento da utilizzare come antitumorali.

Marina Porchia was born in 1958 in Venice, Italy. She studied Industrial Chemistry at the University of Venice where she graduated in 1983. In 1984 she joined the Italian National Research Council (CNR) as a researcher in the field of organometallic chemistry of uranium and thorium. In 1988 she did postdoctoral work at Northwestern University under the direction of Professor Tobin J. Marks. Currently, she is senior researcher at the Institute of Condensed Matter Chemistry and Technologies for Energy of CNR in Padua. Her research has been mainly focused on the synthesis of organometallic and coordination compounds as precursors in material sciences (Ga, In, Ti, Zr derivatives) or as diagnostic or therapeutic agents (Re, Tc derivatives). At present her main research interests include the design, synthesis and biological evaluation of metal-based complexes, in particular copper and silver compounds, as potential anticancer drugs.