In evidenza questa settimana

Uno dei limiti all’impiego dell’idrogeno come vettore energetico emerge dalla mancanza di un mezzo che ne permetta lo stoccaggio in modo pratico, sicuro ed efficiente. Una possibile soluzione a questo problema è l’impiego di materiali intermetallici, in grado di immagazzinare idrogeno sotto forma di idruro e di rilasciarlo mediante azione termica. In questo contesto, le leghe a base Ti-Cr sono particolarmente apprezzate per la loro capacità di assorbire idrogeno reversibilmente in condizioni operative (T, p(H2) ) ragionevoli impiegando metalli non eccessivamente costosi.

Approfondisci