L’impiego dei generatori termoelettrici per la conversione diretta dell’energia termica in energia elettrica è volto all’ottenimento di migliori efficienze di sistemi o impianti grazie al recupero di del calore disperso.

Approfondisci

La sede di Lecco ha come attività primaria la sintesi di materiali e lo sviluppo di tecniche di processing sugli stessi. L’ambito è quello dei materiali bulk: si parte dalla sintesi, con metodi che vanno dalle tecniche fusorie a quelle di metallurgia delle polveri (mechanical alloying e solid state reaction), passando per la produzione di polveri (mulino planetario), per arrivare al processo di sinterizzazione delle stesse.

Approfondisci

L'attività è focalizzata sulla preparazione di polveri, ceramici e compositi di ossidi funzionali ed, in particolare, di ossidi dei metalli di transizione e perovskiti quali BaTiO3, SrTiO3, e composti correlati.

Approfondisci

La possibilità di disperdere nanoparticelle con elevata conducibilità termica in fluidi base potrebbe essere utilmente sfruttata nei dispositivi per lo scambio termico, purché vengano affrontate e risolte alcune criticità, quali la stabilità delle sospensioni e la valutazione delle loro proprietà chimico-fisiche.

Approfondisci

La microgenerazione elettrica è da tempo oggetto di interesse sia per sistemi off-grid che per applicazioni di energy harvesting. La linea di ricerca attuale sfrutta le competenze acquisite precedentemente nel campo della microcombustione estendendone l'impiego a sistemi cogenerativi e a sistemi di recupero energetico basati su celle Peltier.

Approfondisci