Università di Padova La sede di Padova ha visto di recente l’aggregazione di due realtà scientifiche dell’Ente ben consolidate, l’Istituto di Chimica Inorganica e delle Superfici (presso la stessa area di ricerca di Padova) e la U.O.S. di Padova dell’Istituto di Scienze e tecnologie Molecolari (presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Padova). Questa operazione ha permesso di integrare tre realtà Padovane che operano in settori analoghi e con competenze che si integrano e completano.

La sede svolge attività di ricerca e di trasferimento tecnologico in diversi settori della chimica, dei materiali e dell’energetica. Vi si svolgono numerose attività di sviluppo di materiali per applicazioni energetiche tra cui materiali e dispositivi termoelettrici per il recupero di cascami termici a medio-alte temperature, lo sviluppo di nanofluidi per lo scambio termico o di nanofluidi e rivestimenti per la lubrificazione e il miglioramento dell’efficienza energetica di dispositivi, lo sviluppo di materiali per celle a combustibile ad ossido solido e membrane per la purificazione di idrogeno, lo sviluppo di materiali fotoattivi e di nanomateriali inorganici come piattaforme multifunzionali per applicazioni ecosostenibili, e in molti casi lo sviluppo di materiali è accompagnato dalla modellazione delle loro proprietà e di dispositivi basati su tali materiali.

Le competenze nella chimica dei materiali, così come le consolidate esperienze in elettrochimica, vengono anche sfruttate nella chimica supramolecolare e nei sistemi autoassemblanti, nello sviluppo di catalizzatori ed elettrocatalizzatori, nello sviluppo di composti radiochimici e di tecniche diagnostiche di radiochimica, di composti per la nanomedicina, di geopolimeri o di rivestimenti PVD e CVD per svariate applicazioni. Inoltre, vi sono consolidate esperienze nel settore dei beni culturali e della chimica del restauro.



Vi operano 73 unità di personale in ruolo tra ricercatori e personale tecnico-amministrativo oltre a studenti e assegnisti che coadiuvano l’attività di ricerca. Le competenze sono multidisciplinari, vedendo una regolare distribuzione tra chimici, fisici, ingegneri, scienziati dei materiali, geologi.

Come arrivare

ICMATE, presso l'Area di ricerca del CNR di Padova è facilmente raggiungibile:

In Auto

Dalla A4, uscendo a "Padova Est", si imbocca la tangenziale a sinistra, direzione Piove di Sacco / Chioggia, alla terza uscita (n. 13) ci si trova in Corso Stati Uniti. Seguire la direzione a U obbligatoria e l'entrata del CNR è circa a 100 m dopo il sottopasso.

Dalla A13 si esce all'uscita "Padova Zona Industriale" e si arriva direttamente in Corso Stati Uniti a circa 2 Km dall'entrata del CNR.

 

In Treno

Scendendo alla Stazione di Padova e poi con l'autobus n.7.

 

In Aereo

Aereoporto internazionale di Venezia Tessera e poi con l'autobus fino alla stazione ferroviaria di Padova.
Da qui si arriva all'Area con l'autobus n.7. E' possibile utilizzare anche gli aereoporti internazionali di Treviso o Verona.



La sede presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Padova si trova in Via Marzolo 1, a poca distanza dal centro storico della città.

In Auto

Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Padova Est se si arriva da Venezia poi proseguire per il centro direzione Istituti Universitari; uscita di Padova Ovest se si arriva da Milano poi proseguire per il centro direzione Fiera.

Autostrada A 13 Padova-Bologna, uscita Padova Sud, Terme Euganee proseguire per la tangenziale (Corso Australia) uscita n. 4 per il centro poi proseguire in direzione Fiera.

 

In Treno

Dalla stazione il Dipartimento è raggiungibile in autobus (linee 7 o 9, fermata al parcheggio di Piazzale Boschetti) oppure con il tram (alla fermata di Corso Garibaldi giardini dell’Arena si debbono poi attraversare i giardini dell’Arena). A piedi vi si arriva in meno di 20 minuti uscendo di fronte alla stazione verso sinistra imboccando via Valeri dalla rotonda. Una corsa in taxi richiede circa 5 minuti.

Persone / Padova



Nella sede di Milano si svolge attività di ricerca nell’ambito delle tecnologie e delle proprietà dei materiali strutturali e funzionali, della fluidodinamica e della diagnostica ottica e spettroscopica di sistemi reattivi. Tali attività sono svolte prestando attenzione anche alle esigenze dell’industria, mondo con il quale la sede di Milano ha sempre intessuto stretti rapporti, per l’affidamento di attività di ricerca, per lo svolgimento di misure o prove, e per il trasferimento tecnologico dei risultati. Recentemente si è aggiunta un’attività di ricerca di base nel campo della chimica dei nano-materiali e dell’elettrochimica molecolare.

I settori in cui queste ricerche trovano applicazione sono i materiali per l’energetica, la propulsione, il monitoraggio ambientale di microinquinanti e la nanomedicina.

Il personale di ruolo che opera nella sede consta di 24 unità, cui si aggiungono studenti e assegnisti. Il personale addetto alla ricerca offre competenze multidisciplinari e comprende fisici, chimici e ingegneri, che mantengono costante interazione con il mondo universitario, sia in termini di collaborazione scientifica sia come attività didattica.



Contatta la sede di Milano

Responsabile: Dott. Giuliano Angella

Via Roberto Cozzi, 53 - 20125 Milano - Italy
Telefono: +39 02 66173 319
Fax: +39 02 66173 320

Come arrivare

Dalla stazione Centrale

Dalla Stazione Centrale si può prendere l'autobus 87

 

Dalla stazione Greco

La stazione ferroviaria più vicina è Milano Greco Pirelli, servita direttamente dalle linee ferroviarie:

  • S8: Lecco-Milano-P.ta Garibaldi
  • S9: Seregno-Milano S. Cristoforo
  • S11: Chiasso-Milano P.ta Garibaldi

Treni R

  • Milano-Treviglio-Brescia
  • Milano-Bergamo via Carnate
  • Milano-Monza-Molteno-Lecco
  • Milano-Lodi-Piacenza
  • Milano-Pavia-Voghera

La stazione di Milano Greco Pirelli è raggiungibile dalle stazioni di:

  • Milano P.ta Garibaldi in circa 7 minuti con 4 corse ogni ora;
  • Milano Lambrate in circa 7 minuti con la linea S9, e treni R da/per Brescia, più alcuni treni da Piacenza e Voghera.

Persone



La sede ICMATE di Lecco, istituita nel 1994 tramite un accordo tra CNR, Comune di Lecco ed il Centro Innovazione Lecco con lo scopo di promuovere il collegamento tra il mondo della ricerca e quello della piccola e media impresa, è oggi uno dei pochi centri in Italia in grado di operare nella metallurgia secondaria dei materiali metallici avanzati applicando le più recenti e innovative tecnologie disponibili.

Ambito principale delle attività di ricerca della sede di Lecco è la sintesi di leghe metalliche e loro caratterizzazione fisica, chimica, meccanica e funzionale applicata ai principali settori produttivi tra cui il Manifatturiero Avanzato, l’Energetico, il Biomedicale (cardio-vascolare, ortopedico e chirurgico), la Neuroriabilitazione, l’Aerospaziale, il Civile, l’Automobilistico, la Moda e il Design.

Sono oggetto di studio inoltre lo sviluppo processi innovativi di produzione di materiali metallici avanzati e di tecnologie qualificanti per l'impiego in applicazioni industriali. In particolare si studiano l’utilizzo dei materiali SMA (Shape Memory Alloys) per molteplici soluzioni applicative e si stanno studiando processi di Additive Manufacturing e applicazione del Laser per modifiche e lavorazione speciali dei materiali metallici.

Il background dei ricercatori che operano nella sede è multidisciplinare e comprende fisici, chimici ed ingegneri. Coadiuvano l’attività di ricerca della sede personale tecnico-amministrativo e di supporto alla ricerca oltre ad assegnisti, tesisti e studenti.



Un importante stimolo nella identificazione delle specifiche attività di ricerca deriva da una costante, voluta, correlazione con il mondo industriale che permette di impostare programmi di ricerca applicata con ricadute concrete sull’innovazioni di prodotto e di processo delle aziende. La sede di Lecco è parte principale nel nuovo Polo della Ricerca del CNR che trova spazio all’interno del Campus Universitario di Lecco del Politecnico di Milano. Un’area di circa 4.500 mq ripartita in Laboratori pesanti, leggeri ed uffici su quattro livelli in cui sono presenti complessivamente sei sedi di Istituti CNR

Contatta la sede di Lecco

Responsabile: Dr.ssa Francesca Passaretti

Via Previati 1/E - 23900 Lecco - Italy
Telefono: +39 0341 2350103
Fax: +39 0341 2350114
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segreteria:

Sig.ra Tamara Locatelli
Telefono: +39 0341 2350 - int. 102
Fax: +39 0341 2350114
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Come arrivare

Persone / Lecco



La sede di Genova ha competenze nei campi della chimica-fisica delle interfacce e nella preparazione di polveri, ceramici e compositi di ossidi funzionali.
I fenomeni di adsorbimento di tensioattivi alle interfacce liquide, anche in presenza di nanoparticelle solide, vengono studiati mediante misure di tensioni superficiali dinamiche e di reologia interfacciale, in riferimento alla formulazione/stabilità di emulsioni e schiume e allo sviluppo e caratterizzazione di superfici superidrofobiche e materiali nano-strutturati. Tali studi vedono anche applicazioni nel campo bio-medico (tossicità delle nanoparticelle, sviluppo di carriers e tessuti biomedicali) e in ambiente marino.
Gli studi ad alte temperature sono rivolti alla determinazione e modellizzazione delle proprietà termofisiche (tensione superficiali, densità, adsorbimento) di metalli liquidi, delle loro interazioni con solidi (leghe metalliche e ceramici), anche in condizioni di microgravità, per definirne la reattività (bagnabilità, corrosione) e per la progettazione di processi metallurgici e di giunzione (brazing, soldering).
L’attività sugli ossidi funzionali avanzati ha come obiettivo generale la comprensione delle correlazioni tra composizione, microstruttura e proprietà in materiali dielettrici, ferroelettrici e multiferroici, ampiamente utilizzati nell’industria elettronica.
Materiali ceramici a conduzione protonica-anionica o mista e metallici vengono studiati per diverse applicazioni, in particolare per la trasformazione e l’accumulo di energia (celle a combustibile-SOFC, celle elettrolitiche ad ossidi solidi-SOEC e stack).

Alla ricerca si affianca una costante attività di trasferimento tecnologico. La sede, infatti, ha continui rapporti di interscambio con il mondo industriale sia per l’affidamento di attività di ricerca, sia per lo svolgimento di prove e misure. Costante e qualificata è anche l’interazione con il mondo universitario e la partecipazione a progetti internazionali e nazionali.

Vi opera personale di ruolo e a tempo determinato tra ricercatori e personale tecnico-amministrativo oltre a studenti, assegnisti e personale associato che coadiuvano l’attività di ricerca. Le competenze sono multidisciplinari, con una regolare distribuzione tra chimici, fisici ed ingegneri.



Contatta la sede di Genova

Responsabile: Dott.ssa Maria Luigia Muolo

Via E. De Marini, 6 - 16149 Genova - Italy
Telefono: +39 010 6475 712
Fax: +39 010 6475 700
Email segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Come arrivare

La sede dell'Area della Ricerca di Genova, ubicata nella Torre di Francia e sita al n.6 di Via De Marini, è facilmente raggiungibile con tutti i mezzi:

Con l'auto

dall'uscita autostradale di Genova Ovest situata a circa 300 metri dalla nostra sede;

 

Con il treno

dalla Stazione di Genova Piazza Principe e successivamente con l’autobus 30 sino al capolinea di Via di Francia, gli autobus 20 e 30/ fino alla fermata Francia 3/Stazione FS;

 

Con l'aereo

dall'Aeroporto Cristoforo Colombo e successivamente con la navetta Volabus sino alla stazione ferroviaria di Genova Piazza Principe, e successivamente con l’autobus 30 sino al capolinea di Via di Francia, gli autobus 20 e 30/ fino alla fermata Francia 3/Stazione FS.

 

Persone / Genova