<em>PADOVA</em>

La sede ICMATE di Padova svolge attività di ricerca e di trasferimento tecnologico in diversi settori della chimica, dei materiali e dell’energetica.

VISITA

PADOVA PADOVA
Direzione

<em>MILANO</em>

La sede ICMATE di Milano svolge attività di ricerca di base ed applicata: le tecnologie dei materiali strutturali e funzionali e la fluidodinamica e tecnologia della combustione.

VISITA

MILANO MILANO
Sede distaccata

<em>GENOVA</em>

La sede ICMATE di Genova è impegnata in svariate tematiche dalla progettazione di tecniche sperimentali di avanguardia al trasferimento di tecnologie sviluppate al mondo industriale.

VISITA

GENOVA GENOVA
Sede distaccata

<em>LECCO</em>

La sede ICMATE di Lecco si configura come uno dei pochi centri in Italia in grado di operare nella metallurgia secondaria dei materiali metallici avanzati.

VISITA

LECCO LECCO
Sede distaccata

PROGETTO 3S_4H
PROGETTO 3S_4H

Ricerche in evidenza

CAPIRE COME LE PIANTE CARNIVORE CATTURANO LA PREDA AIUTA A SVILUPPARE NUOVI MATERIALI

Un team internazionale di ricercatori, coordinato dall’Università di Milano e con la collaborazione dell’Istituto ICMATE, ha studiato come la foglia della pianta carnivora Drosera Capensis sia in grado di piegarsi quando viene stimolata, per esempio, con una goccia di latte. L’approccio interdisciplinare, ha combinato studi di biofisica con la microscopia strutturale della foglia, l’analisi quantitativa di fattori come l’auxina coinvolti nella crescita delle cellule e simulazioni al computer che hanno consentito la realizzazione di un metamateriale che racchiude tutte le proprietà biologiche osservate nella pianta. Questo studio, oltre ad aver consentito di creare un nuovo metamateriale, ha portato alla comprensione del meccanismo utilizzato dalla foglia per piegarsi sulla preda correlandolo alle proprietà strutturali delle cellule che compongono la foglia stessa.

PNAS 2019, 116, 18777-18782
C. La Porta, M. C. Lionetti, S. Bonfanti, S. Milan, C. Ferrario, D. Rayneau-Kirkhope, M. Beretta, M. Hanifpour, U. Fascio, M. Ascagni, L. De Paola, Z. Budrikis, M. Schiavoni, E. Falletta, A. Caselli, O. Chepizhko, A. Tuissi, A. Vailati, S. Zapperi

News & Eventi

Il CNR-ICMATE propone laboratori online per la Scuola Primaria

A partire dall’anno scolastico 2018-2019, è stata attivata un’intensa collaborazione tra CNR-ICMATE e l’Istituto Comprensivo Quinto Nervi, Scuola d’Infanzia, Primaria e Secondaria di Secondo Grado, di Genova, che ha portato alla realizzazione di molti laboratori in classe e corsi di formazione per insegnanti e genitori del territorio genovese. In questo momento così complicato, alcune attività sono state necessariamente sospese, ma la collaborazione non si ferma e prosegue online.

Leggi tutto

News & Eventi

CNR, Comune di Padova, Notte Europea dei Ricercatori 2017

Notte Europea dei Ricercatori 2017

A che punto è la ricerca? Quali obiettivi sono stati raggiunti e quali rimangono da esplorare?
Si parlerà di chimica dei materiali, tecnica del freddo, prevenzione idrogeologica, patologie pediatriche, fusione termonucleare.

Venerdì 29 settembre 2017, presso l'Area della Ricerca di Padova, dalle 18.30 alle 22.00 sarà possibile visitare gli istituti CNR ( ICMATE, ITC, IRPI, IGI/Consorzio RFX ) e i laboratori dell’ I.R.P. Città della Speranza. Tra un’occhiata al microscopio, il passaggio nel “tunnel del freddo”, un giro intorno alla “ciambella del plasma” e l’”orienteering” tra frane e alluvioni, la serata promette di scorrere veloce.

Le visite saranno su prenotazione, con ingresso libero fino a esaurimento posti.

Maggiori informazioni

DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA

Editor’s choice in Journal of Cultural Heritage, Volume 35C, 2019

The definition of the authenticity of artworks has undergone a slow process of development: with time, connoisseurship — the traditional practice of attributing detailed artistic identities to works of art on the basis of a comparative analysis of stylistic and formal components — has lost its position of technical leadership. In fact, currently, trust in the expert eye is increasingly subjected to the “objective” outcomes ensured by new and more rigorous techniques of scientific analysis of materials. However, this approach risks being somewhat reductive and incomplete.

Leggi tutto




Il CNR-ICMATE propone laboratori online per la Scuola Primaria

A partire dall’anno scolastico 2018-2019, è stata attivata un’intensa collaborazione tra CNR-ICMATE e l’Istituto Comprensivo Quinto Nervi, Scuola d’Infanzia, Primaria e Secondaria di Secondo Grado, di Genova, che ha portato alla realizzazione di molti laboratori in classe e corsi di formazione per insegnanti e genitori del territorio genovese. In questo momento così complicato, alcune attività sono state necessariamente sospese, ma la collaborazione non si ferma e prosegue online.

Leggi tutto



In evidenza questa settimana

All’interno dei reattori per fusione si osserva la presenza di polveri metalliche a base di elementi pesanti. Tali polveri provengono da criccature, microfusioni o delaminazioni del materiale che costituisce le pareti del reattore. Il comportamento di tali polveri, di dimensioni micrometriche, e dei depositi, di dimensioni maggiori, deve essere compreso poiché essi sono causa di riduzione dell’efficienza energetica del processo e possono porre problemi di sicurezza degli impianti.

Per saperne di più

Questa attività riguarda lo sviluppo di sistemi metallici innovativi, in particolare nuove leghe metalliche e materiali metallici/semimetallici funzionali.
Lo studio di nuovi materiali non può prescindere dalla possibilità della verifica sperimentale delle proprietà degli stessi: la sede di Lecco dispone delle competenze e delle attrezzature per la gestione integrata di tutte le operazioni, dalla sintesi del materiale, alla lavorazione a caldo e a freddo, fino alla realizzazione dei semilavorati, per consentirne lo studio accurato.

Per saperne di più

I radionuclidi naturali e artificiali presenti o introdotti accidentalmente nell’ambiente consentono di studiare la tendenza evolutiva di sistemi ambientali dinamici e complessi divenendo uno strumento utile per una corretta valutazione dei rischi ambientali e sanitari. La determinazione dei radionuclidi nelle diverse matrici ambientali e lo sviluppo di metodiche correlate consentono di implementare le informazioni date dalle diverse variabili che possono descrivere una situazione ambientale più o meno complessa. In questo modo si può capire la storia di un sistema ambientale e delle sue caratteristiche.

Per saperne di più